Comune di Palazzolo dello Stella

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui -> Comune di Palazzolo dello Stella > Uffici > Servizi sociali

Servizi Sociali

Responsabile di Ambito : dott. Antonio IMPAGNATIELLO

Coordinatrice Area Adulti\Anziani: As. Soc. Di Lorenzo Loredana

Coordinatrice Area Minori: As. Soc. Sabina Ramuscello

Coordinatore Area Politiche giovanili\Politiche per la famiglia\Marginalità: As. Soc. GianMarco Campeotto

Telefono: 0431/516611

 

Assistente Sociale

FEDEL Federica Giulia

Telefono:   0431-584940

Email: servizi.sociali@comune.palazzolodellostella.ud.it

Orario di apertura

Orario Mattina Pomeriggio
Lunedì - -
Martedì -
Mercoledì - -
Giovedì - -
Venerdì 10.00-12.00 -
Sabato - -

Nelle altre giornate l'Assistente Sociale riceve solo su appuntamento.

Il Comune di Palazzolo dello Stella fa parte dell'Ambito Socio Assistenziale di Latisana, attraverso il quale è organizzato il Servizio Sociale di Base.

L’Ambito Socio Assistenziale è un’aggregazione di Comuni i quali lavorano assieme per creare un sistema di interventi e risposte nel campo socio-assistenziale. Il Comune di Latisana è l’Ente Gestore del servizio sociale dei Comuni che lo compongono: Carlino, La tisana, Lignano Sabbiadoro, Marano Lagunare, Muzzana del Turgnano, Palazzolo dello Stella, Pocenia, Porpetto, Precenicco, Rivignano, Ronchis, San Giorgio di Nogaro, Teor e Torviscosa. Il territorio dell’Ambito coincide con quello di pertinenza del Distretto Sanitario Ovest dell’A.S.S. n° 5 “Bassa Friulana”.

L’organo di Governo dell’Ambito è l’Assemblea dei Sindaci dei 14 Comuni, presieduta dal Comune capofila.

 

SERVIZIO SOCIALE

Articolato in una serie di attività correlate ai bisogni rilevanti della popolazione il Servizio Sociale di Base è un servizio di primo livello, rivolto a tutta la popolazione e si occupa di problematiche relative al singolo, alla famiglia, ai minori, agli anziani, ai disabili, rispondendo a tutti i cittadini indipendentemente dall'età e dai problemi di cui sono portatori.

 

SERVIZI EROGATI:

 

SEGRETARIATO SOCIALE

E' un servizio rivolto a tutti i cittadini e fornisce: informazioni sulle risorse esistenti nel piano sociale (in tema di lavoro, casa, salute, assistenza, istruzione…) e sulle modalità per accedervi; aiuto riguardo le procedure per ottenere prestazioni sociali o accedere ai servizi; predispone la documentazione necessaria per ottenere interventi sociali o servizi. Il servizio svolge quindi un ruolo di informazione e orientamento ai cittadini su servizi e interventi esistenti nonché sulle possibilità e modalità di utilizzo.

 

ASSISTENZA DOMICILIARE

 Il comune fornisce il servizio di assistenza domiciliare a persone e/o nuclei familiari esposti a rischi di natura sociale e sanitaria, mirando però a mantenere i soggetti, con ridotto grado di autosufficienza, nel proprio ambito familiare e sociale, per prevenire e rimuovere inconvenienti indotti da ricoveri impropri in ospedali, in case di riposo o istituti; con tale servizio si vuole evitare lo stato di isolamento sociale delle persone a rischio, favorirne la socializzazione e l'inserimento nella vita comunitaria, assicurare il mantenimento dei rapporti familiari e sociali.

Le prestazioni di assistenza domiciliare si dividono in :

- Attività rivolte alla persona;

- Attività rivolte all'ambiente familiare, ed in particolare consistono in :

- consulenza psico - sociale al singolo o familiare;

- cura ed igiene della persona;

- cura ed igiene della casa;

- Fornitura pasti a domicilio;

- Servizio di lavanderia.     

Il cittadino interessato al servizio potrà rivolgersi all'Ufficio di Servizio Sociale e fare la richiesta compilando l'apposito modulo. Il servizio è erogato con quote di compartecipazione da parte dell'utente sulla base del reddito.

 

ASSISTENZA ECONOMICA

Il servizio di assistenza economica ha come obiettivo favorire il superamento delle condizioni di bisogno economico ed evitare che situazioni personali o familiari peggiorino. Si tratta di rispondere ai bisogni primari: alimentazione, vestiario, salute, igiene della persona e della casa, affitto e riscaldamento. I sussidi possono essere: continuativi, ad integrazione del reddito fino a quando permane lo stato di precarietà e di difficoltà; straordinari, in relazione a situazioni occasionali di emergenza.

Chi è interessato può rivolgersi all'ufficio di Servizio Sociale e compilare l'apposito modello.

La valutazione delle richieste è effettuata dall'assistente sociale del servizio.

 

INTERVENTI A FAVORE DEI MINORI

L'obiettivo del servizio e' quello di promuovere il benessere del bambino all'interno del proprio contesto di vita familiare e sociale. Il tipo di intervento può essere diretto su situazioni di disagio manifesto o preventivo: il primo, operando in stretta collaborazione con altri servizi presenti nel territorio comunale e con la diretta collaborazione delle famiglie, attua interventi di sostegno alle stesse nelle varie forme ritenute più opportune. Il secondo è volto a favorire sul territorio lo sviluppo di iniziative che offrano ai ragazzi momenti di incontro e di attività in comune, sia durante l'anno scolastico sia durante il periodo estivo. Si può richiedere il servizio compilando l'apposito modello che si trova presso il Servizio sociale.

Gli interventi possibili sono:

1. Contributi per sostegno educativo (casa, scuola)

2. Contributi economici

3. Affido eterofamiliare;

4. Rette istituto/comunità

5. Sviluppo progetto di aiuto

6. Servizi socio-educativi individuali e\o di gruppo

 

INTERVENTI A FAVORE DEI DISABILI

Gli interventi, regolati dalla L.R.41/96, attuati dal Servizio Sociale Comunale in collaborazione con i servizi specialistici del territorio, sono orientati in modo da fornire sostegno alle persone portatrici di handicap e ai loro nuclei familiari, in modo da consentire la realizzazione delle personali potenzialità e l'integrazione del disabile nel proprio ambiente sociale. Operando nella direzione di una integrazione tra servizi sanitari e sociali, il Servizio Comunale svolge il proprio compito nell'ottica di un sempre maggiore inserimento dei portatori di handicap nel tessuto della propria comunità.

Gli interventi possibili sono:

1. Servizi socio-educativi individuali scolastici/extra scolastici;

2. Assegno di cura per famiglie con disabili non autosufficienti (FAP);

3. Trasporto per servizi specialistici;

4. Inserimento presso il CAMPP;

 

INTERVENTI A FAVORE DEGLI ADULTI

Gli interventi possibili sono:

1.Interventi economici vari (aiuto all'autonomia);

2. Assegno di cura per famiglie con adulti psichici non autosufficienti (FAP Salute mentale);

3. Contributi alle maternità;

4. Contributi alle locazioni;

5. Rette per comunità (psichici e tossici);

6. Interventi per emigrazione.

 

INTERVENTI A FAVORE DEGLI ANZIANI

Gli interventi erogati sono:

1. Interventi economici vari (aiuto all'autonomia, ticket...);

2. Assegni di cure per famiglie con anziani non autosufficienti (FAP);

3. Domande di ingresso e integrazione rette casa di riposo: il Servizio Sociale del Comune effettua le proprie valutazioni di carattere sociale su ogni domanda di ammissione in Casa di Soggiorno con l'obiettivo, da un lato, di evidenziare eventuali situazioni di emergenza o rischio sociale e, dall'altro, di concorrere alla formulazione di un piano individuale d'ingresso. Gli anziani che non sono in grado di pagare integralmente la retta della Casa di riposo possono rivolgersi al medesimo ufficio per chiederne l'integrazione economica. Il Comune si assume, totalmente o parzialmente, la spesa nei casi di persone sole, prive di fonti di reddito, di persone senza familiari obbligati per legge agli alimenti, di persone i cui familiari dimostrino, previa esibizione delle dichiarazioni reddituali sul loro stato economico-patrimoniale, di non poter contribuire alle spese di ricovero.

4. Centro Diurno. E' un servizio rivolto prevalentemente alla popolazione anziana autosufficiente o parzialmente autosufficiente e con margini di autonomia psico-fisica e sociale ridotti. L'obiettivo principale del centro è quello di favorire la permanenza a casa dell'anziano, procrastinando il più a lungo possibile l'ingresso in Casa di Riposo.

La struttura si trova a Latisana, accanto alla Casa di Riposo, in via Sabbionera n° 45.

E' aperto dal lunedì al sabato, escluso domeniche e festivi infrasettimanali, dalle ore 07.30 alle ore 19,30 ed è in grado di garantire assistenza sanitaria e sociale adeguata alle necessità delle persone, attività di tipo ricreativo integrando e/o supportando il lavoro delle famiglie mediante interventi flessibili, imperniati il più possibile nelle potenzialità residue della persona e dell'ambiente che lo circonda. Il servizio è a pagamento. Chi intende richiedere il servizio può rivolgersi agli uffici del servizio sociale del Comune.

5. Pasti a domicilio. A supporto del servizio di assistenza domiciliare è previsto quello di fornitura dei pasti a domicilio. Il servizio è rivolto ad anziani ed inabili non autonomi che ne facciano richiesta, a persone sole, in condizioni di disagio e consiste nel fornire a domicilio, giornalmente, un pasto caldo preparato e confezionato.

6. Soggiorni climatici per anziani. I servizi sociali del Comune si occupano dell'erogazione del servizio, che ha lo scopo di permettere un recupero psico-fisico, rappresenta un momento di svago e socializzazione ed è rivolto ai residenti ultra sessantenni che ne facciano richiesta. I soggiorni, della durata di 14 giorni, si organizzano solitamente nei mesi di giugno/luglio e vengono svolti in alberghi moderni e confortevoli. Ai partecipanti viene richiesta una contribuzione per il soggiorno. Annualmente, nella bacheca comunale sarà affisso il manifesto con le indicazioni del periodo del soggiorno e dei termini per la presentazione delle domande.

7. Telessoccorso domiciliare. Il telessoccorso è un servizio che permette attraverso il collegamento dell'apparecchio telefonico ad una centrale operativa di far fronte a situazioni di emergenza. Il servizio, attivato con la L.R.26/96, è rivolto a persone ultra sessantenni residenti nel comune di Palazzolo dello Stella (in casi particolari anche di età inferiore) e favorisce la permanenza nell'ambiente di appartenenza delle persone a rischio sanitario o sociale. E' realizzato con un sistema di assistenza telematica a domicilio, capace di garantire la pronta disponibilità alle segnalazioni e un costante contatto con l'assistito. La necessaria apparecchiatura viene installato su incarico della Regione Friuli Venezia-Giulia. Il servizio prevede una contribuzione degli utenti in base al reddito familiare.