Comune di Palazzolo dello Stella

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui -> Comune di Palazzolo dello Stella > Territorio > 1250 anni

Un logo per Palazzolo

Logo 1250 anni

Sabato 5 febbraio presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo di Palazzolo dello Stella è stato presentato il logo ufficiale per i 1250 anni di Palazzolo dello Stella.

Partendo da un dato storico certo, il 3 maggio del 762, data in cui fu redatto il manoscritto della “Donazione sestense” è stato possibile determinare che Palazzolo dello Stella ha almeno 1250 anni, anche se le prime tracce di presenza umana nel territorio palazzolese risalgono al periodo neolitico e la struttura urbana perfettamente ortogonale del paese attesta il suo ruolo di colonia romana, sviluppatasi sull’antico tracciato della via Annia.

Per solennizzare questa ricorrenza oltre a organizzare eventi culturali e di festa popolare, durante tutto il 2012, l’Amministrazione comunale ha coinvolto la scuola e l’associazione Art-port per la realizzazione di un logo, di un’immagine-simbolo della ricorrenza che accompagni tutte le comunicazioni istituzionali, tutte le iniziative e che sarà messo a disposizione delle associazioni, delle attività produttive e dei privati che vorranno condividere gli eventi, realizzarne altri o semplicemente adottarlo all’interno delle loro manifestazioni, senza invadere la specificità delle stesse.

Il progetto ha coinvolto le classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado ed è stato coordinato dalla prof.ssa Emma Beltrame. Fra tutti i lavori è stato scelto quello realizzato da Samuel Scolaro, che è stato poi perfezionato dal punto di vista grafico da Vanessa Mian, studentessa di grafica alle superiori.

Fra i tanti elaborati è stato scelto quello che poteva rappresentare meglio, soprattutto agli occhi di chi non lo conosce, il paese di Palazzolo.

Il logo sintetizza infatti con immediatezza e chiarezza le principali caratteristiche del nostro territorio, che è attraversato da molte acque, tutte di risorgiva, quindi l’azzurro era indispensabile, questa ricchezza di acqua favorisce una vegetazione lussureggiante, perciò era necessario richiamare il verde, il terreno infine, dal punto di vista geologico, è caratterizzato da sedimenti alluvionali sabbiosi- limosi ed argillosi quindi era obbligatorio usare il giallo ocra.